Monitoraggio transcutaneo

Rotary Club Torino Lagrange e Lugano, Ospedale infantile Sant’Anna di Torino

La recente emergenza pandemica, la pandemia del Coronavirus, sottolinea più di prima l’importanza di il nostro sistema respiratorio. Pertanto, nell’anno rotariano 2020/2021 si è deciso di portare avanti un importante progetto di servizio legato all’innovazione tecnologica nel settore sanitario, incentrato sul miglioramento della vita dei prematuri i bambini e le loro famiglie, passando per il respiro.

Obiettivo il miglioramento delle infrastrutture sanitarie della comunità.

Per approfondire

Nell’area torinese interessata dal progetto si contano oggi circa 4.000 bambini prematuri ogni anno. Circa il 5% di hanno problemi respiratori che, se non trattati adeguatamente, possono portare a gravi problemi di salute nel corso di tutto il resto della loro vita.

I neonati prematuri oggi sono assistiti da apparecchiature che non possono garantire un costante monitoraggio e livello di ossigenazione del sangue. La nuova attrezzatura, attualmente non presente in zona, garantisce una corretta soluzione ai problemi legati all’insufficienza respiratoria; consentono infatti di monitorare e fornire la giusta quantità di ossigeno in tempo reale e in modo non invasivo.

Abbiamo analizzato i principali bisogni assistenziali della zona e abbiamo riscontrato un’importante carenza nella cura dei bambini prematuri. Queste esigenze sono emerse dall’esperienza e dall’attività quotidiana dei medici di neonatologia del Reparto dell’Ospedale S. Anna, specializzato in maternità e cura dell’infanzia.

La validità della pratica medica e delle attrezzature è stata verificata e confermata dall’interazione tra i Dipartimento medico dell’Ospedale e associazioni di specialisti, volontari e assistenza.

I membri della Comunità con questa esigenza, in particolare i medici del reparto di neonatologia, lo hanno ha esplorato diverse soluzioni fornite dai Rotariani. Considerando la tecnologia avanzata, l’adattabilità

e flessibilità, le macchine proposte si sono rivelate la soluzione migliore.

Il monitoraggio transcutaneo (MTC) è un metodo non invasivo per i pazienti che necessitano di un monitoraggio continuo di ossigeno e anidride carbonica con prelievi di sangue minimi. I sistemi di monitoraggio transcutaneo del radiometro sono appositamente progettati per unità di terapia intensiva neonatale, unità di terapia intensiva e diagnostica del sonno.

Una Sovvenzione Globale delle Rotary Foundation nel settore sanitario è stata assegnata all’acquisto di alcune innovative apparecchiature mediche per il reparto neonatale dell’Ospedale Sant’Anna di Torino gestito dalla “Fondazione crescere insieme al Sant’Anna ONLUS”, riconosciuta eccellenza del territorio. Questo l’attrezzatura sarà in grado di evitare danni permanenti e malattie nei bambini nati prematuramente, come oggi solo parzialmente evitabile.

I Rotariani sono coinvolti in:

  • Confronto con l’ospedale per comprendere le esigenze e i risultati ottenibili;
  • Ricerca dei fornitori e definizione dei macchinari nonché dei relativi corsi di formazione da svolgere acquistato;
  • Negoziazione del costo.

Totale finanziamento: 35,165.00