Aver cura di chi insegna

Rotary Club Viverone Lago, capo fila, con i Rotary Club Rotary Club Vercelli, Sant’Andrea Vercelli – Santhià Crescentino e Gattinara e il contributo del Distretto

Il service è destinato a supportare i docenti delle scuole primarie e secondarie relativamente alle necessità che li coinvolgono non solo sul piano didattico, ma anche psicologico e relazionale in riferimento all’emergenza COVID-19.

Il personale docente in particolare, si trova a volte in prima linea a dover identificare situazioni delicate, che necessitano di interventi tempestivi.

Il progetto sarà volto al supporto emotivo del personale delle Scuole primarie e secondarie nel territorio vercellese e biellese e in particolare dei docenti. Obiettivo è condividere buone pratiche ed individuare strumenti utili a fronteggiare il periodo post-emergenziale, per ridurre i fattori di rischio stress correlati all’ambito educativo, mediante la condivisione degli aspetti emotivi dei docenti, il potenziamento dello scambio ed interazione tra i professionisti e l’individuazione di buone pratiche per la gestione degli alunni nel periodo post-emergenziale.

Il progetto e rappresenta una chiara espressione del servizio rotariano del fare, che si prende carico di bisogni presenti nell’ambito scolastico, che non sempre possono essere adeguatamente affrontati.

Per approfondire

Aver cura di chi insegna ai tempi dell’emergenza Covid 19

L’emergenza Covid -19 ci ha posto nelle condizioni di riorganizzare l’agenda rotariana sia per quanto attiene lo svolgimento della vita associativa che per la realizzazione dei progetti e/o delle iniziative di servizio.

Il Rotary Club Viverone Lago, per l’anno rotariano 2020/2021, ha inteso programmare le proprie iniziative individuando e tenendo conto delle esigenze e priorità indotte o accentuate dall’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, in particolare, organizzando service rivolti all’ambito scolastico e a quello sanitario.

Pertanto, a breve, il Rotary Club Viverone Lago, con la partecipazione di altri Rotary Club del territorio (R. C. Vercelli, R.C. Sant’Andrea Vercelli Santhià Crescentino, R.C. Gattinara) avvierà un service, destinato a supportare i docenti delle scuole primarie e secondarie relativamente alle necessità che li coinvolgono non solo sul piano didattico, ma anche psicologico e relazionale con l’inizio del nuovo anno scolastico in riferimento all’emergenza COVID19.

Il progetto di intervento dal titolo “Aver cura di chi insegna ai tempi dell’emergenza Covid 19”, sarà volto, infatti, alla presa in carico delle esigenze di supporto emotivo del personale delle Scuole primarie e secondarie nel territorio vercellese e biellese, in particolare dei docenti, al fine di condividere buone pratiche ed individuare strumenti utili a fronteggiare il periodo post emergenziale provocato dal Covid 19. L’attività sarà finalizzata alla promozione del Benessere Psicologico del personale con l’obiettivo di ridurre i fattori di rischio stress correlati all’ambito educativo, mediante la condivisione degli aspetti emotivi dei docenti, il potenziamento dello scambio ed interazione tra i professionisti e l’individuazione di buone pratiche per la gestione degli alunni nel periodo post emergenziale.

Il benessere degli operatori si inserisce nel più ampio scenario normativo della sicurezza sul lavoro, in particolare nel cosiddetto benessere organizzativo delle realtà occupazionali alla luce del dettato del D.Lgs 81/2008 e smi. Inoltre la tutela dei terzi, nello specifico settore, si realizza con una adeguata formazione del personale addetto. Il personale docente in particolare, si trova a volte in prima linea a dover identificare situazioni delicate, che necessitano di interventi tempestivi. Il primo soccorso psicologico prevede un aiuto umano, di sostegno e pratico alle persone colpite da eventi critici; fornisce una cornice per sostenere le persone in modo da rispettarne la dignità, la cultura e le capacità. Nonostante la sua denominazione, il primo soccorso psicologico comprende sia un supporto sociale che psicologico e, attraverso il progetto in questione, si cerca di porre il personale docente nelle condizioni di gestire una situazione critica in condizioni di sicurezza per se stessi e per gli altri e non causare danni ulteriori con le proprie azioni.  

Il progetto verrà gestito dalla dott.ssa Francesca De Marchi, psicologa, esperta di psicologia dell’emergenza, coadiuvata da medici e psicologi dei Rotary Club partecipanti, attraverso momenti di confronto guidato e approfondimenti teorici uniti ad attività pratiche e si svolgerà in più moduli ciascuno di 10 ore complessive, suddivisi in tre incontri, a cui parteciperanno piccoli gruppi di docenti, massimo 16 persone, e sarà attivato per l’intero anno scolastico.

Il progetto ha ottenuto anche la sovvenzione distrettuale e rappresenta una chiara espressione del servizio rotariano del fare, che si prende carico di bisogni presenti nell’ambito scolastico, che nell’attuale condizione socio economica del Paese, non sempre possono essere adeguatamente affrontati.