In questa sezione abbiamo raccolto alcune informazioni sulla storia del Rotary, i principi che guidano le azioni dei rotariani per perseguirne lo scopo principale e le aree di intervento più significativo a livello internazionale, senza dimenticare un accenno ai riconoscimenti previsti per segnalare l'apprezzamento per l'impegno dei club e dei singoli soci.

storia rotary 1storia rotary 2 storia rotary 3

La storia del Rotary

L'idea dell'avvocato Paul Harris, quando nel 1905 fondò il primo Rotary Club nella città di Chicago, era quella di riunire un gruppo di professionisti nello stesso spirito di amicizia e collaborazione che aveva sperimentato in gioventù, quando viveva nella provincia americana. Il nome "Rotary" nacque quando Harris, insieme a Gustavus Loehr, Silvester Schiele, e Hiram Shorey, decisero di tenere le riunioni del proprio club in luoghi diversi, a rotazione.

Nel corso di cinque anni, i club si diffusero in tutti gli Stati Uniti e nel 1910 i 16 Rotary Club allora esistenti si riunirono per la prima volta proprio a Chicago, dando vita a un'Associazione nazionale che, due anni dopo, diventò un'Associazione internazionale. Il nome Rotary International fu adottato nel 1922; tre anni dopo, il Rotary annoverava in tutto il mondo oltre 2000 club sparsi in tutto il mondo, per un totale di più di 108.000 soci.

Nel 1917, durante un Congresso internazionale, si istituì un fondo benefico che, nel 1928, diventò una vera e propria fondazione: la Rotary Foundation. Anche oggi, la Rotary Foundation aiuta i singoli club a finanziare tutte le attività umanitarie, dai progetti locali alle iniziative globali. La sua missione consiste nel consentire ai rotariani di promuovere in tutto il mondo la comprensione, la buona volontà e la pace attraverso il miglioramento della salute, il supporto all'istruzione e l'attenuazione della povertà.

Scopri di più sul Rotary International      Scopri di più sulla Rotary Foundation 

azioni rotary2campanaazioni rotary1

I principi guida

Lo scopo del Rotary consiste nel promuovere l'ideale del rendersi utili (anche detto del "servire", dall'inglese to serve) come base delle iniziative benefiche e, in particolare, di incoraggiare:

  1. lo sviluppo delle conoscenze come opportunità per rendersi utili;
  2. un'elevata moralità nel lavoro e negli affari; il riconoscimento del valore di ogni occupazione utile; la dignità dell'occupazione di ogni rotariano in quanto opportunità per rendersi utili alla società;
  3. l'applicazione dell'ideale del rendersi utili nella vita privata, professionale e sociale di ogni rotariano;
  4. l'avanzamento della comprensione, della buona volontà e della pace in tutto il mondo tramite una comunità di persone attive nel mondo del lavoro e unite dall'ideale del rendersi utili.

I rotariani perseguono tale scopo concentrando i propri sforzi attraverso le cosiddette Cinque vie d'azione, che sono alla base dell'attività di ogni Rotary Club:

  1. l'azione interna, che riguarda le attività che ciascun socio deve intraprendere all'interno del club per assicurarne il buon funzionamento;
  2. l'azione professionale, che promuove l'osservanza di elevati principi morali nell'esercizio di ogni professione, riconosce la dignità di ogni occupazione utilie e diffonde il valore del "servire", propulsore ideale di ogni attività;
  3. l'azione di interesse pubblico, che comprende le iniziative intraprese dai soci per migliorare la qualità della vita di coloro che abitano nel territorio del club;
  4. l'azione internazionale, che comprende le attività per promuovere l'intesa, la tolleranza e la pace tra i popoli, favorendo la conoscenza di culture, tradizioni, problemi e speranze;
  5. l'azione in favore delle nuove generazioni, che riconosce l'impronta positiva lasciata nella vita dei ragazzi dalla partecipazione a progetti di servizio e dagli scambi volti a promuovere la pace nel mondo e la comprensione tra le culture.

Scopri di più sui principi guida e le priorità del Rotary

azioni rotary3insegnarenepal service

Le aree di intervento

Il Rotary ha individuato, a livello internazionale, alcune cause specifiche, allo stesso tempo avendo ben presente che ogni club è inserito in una comunità con problemi e bisogni particolari. I progetti e le attività più significativi tendono a rientrare in una delle seguenti aree:

  • Pace e prevenzione / risoluzione dei conflitti
  • Prevenzione e cura delle malattie
  • Acqua e strutture igienico-sanitarie
  • Salute materna e infantile
  • Alfabetizzazione ed educazione di base
  • Sviluppo economico e comunitario

Scopri di più sulle aree di intervento del Rotary

I riconoscimenti del Rotary

La Fondazione Rotary dispone di una serie di riconoscimenti da assegnare ai singoli soci e ai club come segno di apprezzamento per il loro sostegno alle sovvenzioni o ai programmi. Il più famoso, probabilmente, è la Paul Harris Fellow, istituita nel 1957 e intitolata al nome del fondatore; tale riconoscimento viene consegnato a chi effettua una donazione di almeno 1.000$ al Fondo annuale, al Fondo PolioPlus, o a una sovvenzione approvata.

Scopri di più sui riconoscimenti del Rotary

Scopri di più sui riconoscimenti della Rotary Foundation

Save

Save

Save

Save

Save