Il saluto del Governatore 19-20

Riportiamo nel seguito l’ultima lettera indirizzata ai Rotariani dal Governatore del Distretto Rotary 2031 per l’A.R. 2019-2020, Giovanna Mastrotisi.

“Carissimi Amici,

mi avete regalato un congresso davvero indimenticabile! Dopo i patemi dovuti all’ardua decisione di fare un congresso in presenza, grazie a tutti voi si è creata l’atmosfera giusta e tutto è stato Bello, Buono e Vero.

Ho apprezzato la presenza affettuosa ed attiva di tanti Past Governor non assiepati in prima fila, ma coinvolti sul palco per riferire sul loro prezioso apporto; ho potuto contare sui miei Assistenti, a cominciare dai due che saranno anche miei successori, sui cui volti attenti ho letto la mia stessa soddisfazione; ho gradito la partecipazione di tanti Presidenti che, come loro stessi mi hanno detto, hanno sfidato l’ansia da ripresa dell’attività dal vivo, perché volevano essermi vicini così come io lo sono stata con loro nelle decine e decine di presenze nei club, sempre pronta ad accettare ogni loro invito a costo di macinare chilometri per presenziare anche a due o più incontri nello stesso giorno.

Sono stati molti anche gli amici collegati via Zoom che hanno voluto condividere con tutti noi Presidenti uno straordinario momento che ha celebrato quest’anno che ci ha visti uniti.

Tutti insieme mi avete ripagata con gli interessi di tanto lavoro, di tante preoccupazioni, di tanti momenti difficili, di qualche dispiacere e di qualche dolore. Abbiamo vissuto insieme sette ore di intensi lavori congressuali, arricchiti da un susseguirsi serrato di interventi, filmati, resoconti di tutti i service dalla viva voce di chi ne è stato protagonista. E’ stato gratificante vedere in video i visi allegri e soddisfatti di tanti amici rotariani che in queste attività sono stati direttamente coinvolti.

È stato un impegno non indifferente che voi tutti avete affrontato con me, in cui c’era poco di convenzionale, c’era molta rotarianità, molta friendship mentre andavano in onda i risultati della nostra fellowship. E la splendida cornice della Venaria Reale nella Chiesa di Sant’ Uberto, il brillante allestimento e l’accurata ed elegante regia di un amico rotariano, finalmente ritornato ad un ruolo attivo, hanno dato un fondamentale contributo: grazie Luigi D’Andrea!!!

Abbiamo lavorato anche di notte, ma ne è valsa la pena. Il picnic sotto il roseto nella magnifica cornice del parco di Venaria Reale ci ha dato modo di sentirci uniti, di conversare gioiosamente e credo che nessuno abbia rimpianto di non essere seduto ad un ristorante.

Ho sentito pronunciare il mio nome sempre accompagnato da un sorriso, da un apprezzamento, da un ringraziamento, segno del fatto che per voi sono stata più “Giovanna” che il Governatore o, come mi ha definita Andrea Prina, regalandomi una grande emozione, un “Governatore sognatore” che, con sua grande meraviglia, accoglieva tutte le più ardite proposte dei rotaractiani! Oppure, come mi ha definita Cavalot “una scheggia”. 

Che grande premio al mio impegno e che grande orgoglio rotariano nel rivedere, insieme a tutti voi, i nostri tanti service di questo anno, che, da cupo che poteva essere a causa della pandemia, è diventato invece, grazie al vostro e nostro pervicace ed infaticabile impegno, foriero di tanti risultati importanti.

Per la sola emergenza COVID19 abbiamo distribuito attrezzature sanitarie e protezioni individuali per il valore inimmaginabile, e forse ineguagliabile, di 1.400.000,00 euro; abbiamo già lavorato per ottenere un finanziamento USAID per il FOOD e sono in arrivo 300.000,00 euro per ogni Distretto; abbiamo conseguito la riconsegna alla Città di Torino del restauro della grande tavola del Cenacolo in Duomo;

come non essere orgogliosi della preparazione di 50.000 pasti per l’Africa (due ore del nostro lavoro hanno dato cibo a 100 bambini per un anno), della realizzazione del percorso tattile per i non vedenti (studio realizzato con due importanti istituiti, il Politecnico e l’Accademia Albertina), di aver costituito due nuovi Club (il RC Torino Re Umberto e il RC Torino Palazzo Reale), dell’aver ottenuto da Evanston la carta costitutiva di una nuova Fellowship Mondiale FRACH (Fellowship of Rotarian who Appreciate Cultural Heritage) nata nel nostro Distretto.

Il restauro concluso con successo del Sacello ad Oropa che a seguito della pandemia ha fermato i festeggiamenti e l’inaugurazione attende il nuovo anno.

Di grande soddisfazione è stato anche vedere sfilare nelle immagini i tanti partners importanti che siamo riusciti a coinvolgere nel nostro impegno, dalla Unità di Crisi della Protezione Civile, alle tante ASL Sanitarie diffuse nel territorio delle cinque Prefetture (Novara, Torino, Biella, Vercelli e Verbania), dal Politecnico col Magnifico Rettore Prof. Guido Saracco con il quale abbiamo firmato un protocollo d’intesa e abbiamo sostenuto la ricerca delle mascherine per lo sport e lo spettacolo, all’Accademia Albertina con la Presidente Dott.ssa Paola Gribaudo, con cui abbiamo realizzato il libro tattile e concluso il percorso con la firma del protocollo d’intesa che ne annuncia la continuità, dall’Arcivescovo Cesare Nosiglia alla Soprintendenza MIBACT, dall’Amministrazione comunale con la Sindaca Chiara Appendino al Museo Diocesano, dagli Istituti scolastici al MIUR agli Assessori Comunali, ai Presidenti Regionali del Piemonte e della Valle D’Aosta e tanto ancora.

Dopo le grandi difficoltà che tutti ben conosciamo, il 23 e il 25 giugno il Rotary, con la consegna al Duomo della Cena restaurata, ha voluto donare un magico incontro di cultura, sovrapponendo l’opera leonardesca di Milano a quella torinese del Gagna e, grazie all’alta tecnologia realizzata da Vincenzo Mirarchi di FattoreArte, abbiamo potuto godere in dettaglio della visione di particolari straordinari, assaporando il Bello, annuncio anche della ripresa per ognuno di noi.

Quanti risultati straordinari ottenuti grazie a tutti voi e alla forza che si è generata con i dodici Governatori d’Italia con i quali abbiamo lavorato in unica catena di solidarietà, motivati e capaci di coinvolgere ognuno i propri Soci.

Arezzo, Koch, Xausa, Milazzo, Pernice che hanno anche introdotto il Congresso, hanno mantenuto il timone costantemente fermo: questo grande lavoro di squadra in cui ognuno portava il proprio sapere e le proprie conoscenze ha dato un risultato eccezionale.

La mia esperienza che è nata nella normalità e ha dovuto svolgersi in un periodo buio ed incerto, si è sviluppata e costruita passo a passo con una fatica a cui tutti voi avete collaborato e spero sarà un esempio nella ripresa che si annuncia lenta faticosa ma che dipenderà dalla reazione corale di tutti noi.

Buon anno rotariano 2020/2021.

In bocca al lupo al Governatore Michelangelo De Biasio, alla sua squadra, ma soprattuto a tutti voi.

Cari Amici rotariani mi avete dato molto e il ricordo di questo anno insieme sarà per me indelebile

Giovanna


Rotary – Distretto 2031
Governatore Giovanna Mastrotisi
A.R. 2019-2020