Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner presti il consenso all’uso di tutti i cookie.

Planetario07dic19 18

Presso la suggestiva location del Planetario Torinese “Infini.To”, lo scorso dicembre il Distretto Rotary 2031 ha ospitato l’incontro del Comitato Inter Paese Italia - Francia, avvenuto in occasione del viaggio in Italia di ventiquattro rotariani francesi, rappresentanti dei Distretti Rotary 1780 (Rhone-Alpes e Mont-Blanc) e 1730 (Alpes Maritimes, Corse, Var) con i quali è stata anche avviata una Convenzione “per la collaborazione Inter Paese, al fine di promuovere azioni e progetti comuni, aventi ad oggetto i rispettivi territori e la risoluzione di loro problemi”.

I responsabili distrettuali del C.I.P., rispettivamente Mario Camerano e Michel Dompnier, hanno organizzato questo Meeting Rotariano per favorire la collaborazione fra i Club di entrambi i Distretti e per promuovere gemellaggi o semplici contatti fra i medesimi. All’evento era presente anche un delegato rotaractiano del Distretto 2031, per conoscere e proporre incontri e/o attività fra i giovani dei Rotaract dei Distretti interessati.

L’incontro è iniziato con i saluti da parte del Governatore Giovanna Mastrotisi, che si è detta felice ed onorata di poter ospitare nel Distretto 2031 gli amici rotariani francesi, ha ricordato i valori fondamentali dell’amicizia e dell’internazionalità rotariana che devono operare per promuovere la pace, la comprensione tra i popoli e l’aiuto per i più deboli. A questo proposito ha ricordato l’azione del Rotary italiano a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto del 2018 in centro Italia e il suo impegno per realizzare un service con un duplice valore a favore del restauro dei monumenti lesionati dal sisma, attraverso l’inserimento di giovani autistici molto abili nella ricomposizione di resti di affreschi e decori. Anche i rappresentanti dei Distretti francesi hanno ribadito il valore dell’amicizia e dell’apertura ai contatti internazionali e come questi siano fondamentali per rafforzare, attraverso la conoscenza reciproca, i valori della pace e della convivenza.

La parola è poi passata ai responsabili C.I.P. di entrambi i Paesi che hanno ricordato quanto incontri del genere siano utili per lo sviluppo di collaborazioni tra i Club di Distretti e Nazioni diverse, anche nell’ottica del tema del Presidente Internazionale “Rotary Connects the World”. Durante l’intervento di Alessandro Pastorini (PDG del Distretto 2032) è stato anche sottolineato come il Rotary International offra continuamente modi per connettersi a una comunità globale attraverso innumerevoli progetti e programmi.

I responsabili CIP di Italia e Francia, M.Bailly e M.Camerano hanno riconosciuto come la collaborazione italo - francese si inserisca anche all’interno di un programma di cooperazione transfrontaliera (Progetto Alcotra): un progetto attivo da anni, che si propone di promuovere un Tavolo permanente di cooperazione territoriale interregionale. Obiettivo, quest’ultimo, ben presente anche nei valori del Rotary che, da sempre, si propone di promuovere, attraverso incontri periodici, la conoscenza delle realtà dei diversi territori e l’attivazione di comuni iniziative di valorizzazione. E per queste finalità anche i Gemellaggi ed i Club Contatto possono essere strumenti preziosi.

E proprio alla luce di queste considerazioni si è quindi passati alla presentazione dei Club francesi presenti che hanno descritto i loro Club, le loro attività e service sui territori e ribadito la loro partecipazione all’incontro nella speranza di trovare Club italiani che vogliano mettersi in contatto con loro. I presidenti o i delegati hanno riportato idee e necessità di ogni Club francese o italiano a cui è seguito uno scambio di contatti utile per poter affinare la conoscenza e per poter creare collaborazioni o stringere gemellaggi.

Sergio Vinciguerra, Coordinatore Zona 12 CIP ITALIA, ha poi rivolto un saluto conclusivo agli intervenuti e al direttore del Planetario e ha chiesto ai colleghi francesi di avviare anche un confronto su temi culturali indicando qualche rotariano professore universitario francese.

Il momento conviviale ha permesso ai gruppi ristretti di proseguire a tavola la conoscenza reciproca e l’approfondimento di temi emersi durante il momento assembleare.

A seguire, e a degna conclusione di una splendida giornata, l’incredibile esperienza di immersione tra le stelle, resa possibile grazie alle fedelissime animazioni delle Costellazioni e dei Pianeti proiettate all’interno della cupola del Planetario e accompagnate dai racconti di una esperta responsabile.

L’incontro, trascorso all’insegna dell’amicizia e della comprensione internazionale, ha permesso ai partecipanti di rinsaldare i legami già esistenti ma ha anche posto le basi per nuove collaborazioni. Al momento dei saluti i Rotariani francesi hanno ringraziato gli organizzatori sottolineando l’interesse della giornata trascorsa insieme, che ha visto temi rotariani intrecciarsi con una calda accoglienza, dimostrazione concreta dell’amicizia instauratasi tra tutti i partecipanti.

Un bel momento rotariano dunque, all’insegna di una convinta e consapevole internazionalità che, sicuramente, costituisce uno dei cardini fondamentali della nostra Associazione.