Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner presti il consenso all’uso di tutti i cookie.

Esoscheletro

Si è svolto nelle scorse settimane un interessante Interclub del RC Torino Nord Ovest con il RC Susa Valsusa e il RC Torino Polaris. Tema quanto mai attuale la relazione dell’Ing. Davide Maccagnani consigliere della società MES, sul tema: “L’esoscheletro Phoenix: nuove tecnologie a supporto della disabilità”.

Per chi purtroppo si trova nella condizione di non poter più camminare, trascorrendo intere giornate da seduto, poter camminare nuovamente con quest’ausilio… parrebbe somigliare ad un miracolo! Sì, perché questo supporto permette a chi non ha l’uso delle gambe di potersi alzare in verticale, lasciando per qualche ora la carrozzina.

Siamo al futuro? Forse! Fatto sta che si parla tanto di cervelli fuggiti dall’Italia…ma qui abbiamo avuto l’esempio di cervelli che sono stati all’estero per prendere spunti sulle tecnologie già esistenti (Stati Uniti e Israele, ad esempio) e poi hanno realizzato un esoscheletro dal peso limitato intorno ai 13 Kg e che dispone di circa 4 ore di autonomia.
Complimenti, certe cose non hanno prezzo. O per lo meno ce lo hanno abbastanza competitivo (30-40 mila euro). Certo, non è ancora per tutti…ma la strada è tracciata! Vedremo un giorno i paraplegici potersi di nuovo muovere con maggiore libertà?

Ecco nel seguito due articoli comparsi sulla stampa a proposito dell'esosceletro.

articolo esoscheletro 1

articolo esoscheletro 2