Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner presti il consenso all’uso di tutti i cookie.

Sarà un bell’incontro, quello tra Salone del Gusto e Rotary, che si terrà lunedì 24 settembre alle ore 10,30 in Galleria San Federico n. 26: il tema, ovviamente, la lotta contro lo spreco alimentare.

L’evento, fortemente voluto dal Distretto 2031 del Rotary, è stato costruito e organizzato con il Salone del Gusto, Terra Madre e Slow Food ed incentrato sul tema dello spreco alimentare. Qui di seguito trovate le coordinate dell’evento, in sintesi le motivazioni dell’iniziativa, ed in dettaglio il programma dei lavori.

Lunedì 24 settembre – Dalle ore 10.30 alle ore 12.30 Presso Galleria San Federico n. 26 Torino

Lo spreco alimentare - se lo conosci lo eviti

Il Rotary entra nelle scuole primarie del Piemonte per sensibilizzare i giovani studenti ad una più attenta e consapevole gestione del cibo.        

Questo progetto nasce dalla constatazione che lo spreco alimentare sia un problema diffuso, con risvolti economici, sociali ma anche etici; e non è solo italiano bensì universale.
Vi sono vaste aree del pianeta in cui uomini, donne e bambini muoiono di fame (a causa di guerre, eventi naturali o scarsa tecnologia) mentre nelle società evolute, in cui si dovrebbe riscontrare una maggiore conoscenza e consapevolezza, il 50% dello spreco alimentare avviene tra le pareti domestiche. Quindi rappresenta un problema che non è sostenibile e che va affrontato a partire dalla sensibilizzazione delle giovani generazioni di consumatori a cui è dedicato questo progetto.

Modera: Silvio Barbero, Segretario Generale Università delle Scienze Gastronomiche di Pollenzo

Intervengono:
Giovanna Pentenero - Assessore all' Istruzione, lavoro e Formazione professionale – Regione Piemonte
Antonietta Fenoglio – Governatore DIstretto 2031 Rotary Club– Saluto Introduttivo
Matteo Guidi – Last Minute Market – Lo spreco alimentare. Presentazione del progetto “Lo spreco alimentare – se lo conosci lo eviti”
Silvio Ambrogio – Nova Coop – La prevenzione e la riduzione dello spreco alimentare. Il ruolo della grande distribuzione.

Torna la grande magia con un appuntamento speciale nel teatro più bello di Torino, il Carignano. Grandi anche i nomi degli artisti che parteciperanno e che sul palco mostreranno quanto sia sottile il confine fra la realtà e la fantasia! Lunedi 24 settembre alle ore 21, con la splendida collaborazione di Rotary – Club Torino Nord Est, di Rotaract – Club Torino Nord Est e di Interact – Club Torino Nord Est, prenderà via una serata senza precedenti, in cui meraviglia e solidarietà si incontreranno.

Il RC Torino Est partecipa la tristissima notizia che la sera del 24 agosto 2018 è mancato il socio Flavio Melindo, Past President, PHF e per tanti anni segretario del Club, incarico che ha lasciato solo quando la malattia ha iniziato a rendere più difficile la sua partecipazione alla vita rotariana.

Il RC Torino Est fa sapere a funerali avvenuti che è recentemente mancato Franco Tonetti, rotariano dal 1986 e molto attivo come Presidente della Commissione Fondazione Rotary del suo Club. Per più di trent'anni Franco ha operato attivamente per il Rotary in numerosi service senza mai alzare la voce, fedele al principio che "Fare del bene non fa rumore".

Nato a Cremona 74 anni fa, era venuto a Torino per frequentare il Politecnico. Ingegnere meccanico, ebbe una carriera importante nel Gruppo Fiat, in particolare nell'area dell'organizzazione, tanto da risiedere diversi anni a Belo Horizonte e a Londra. 

Franco Tonetti era persona apparentemente schiva e riservata, ma con un cuore grande che apriva con generosità a chi gli stava accanto. Aveva una vasta cultura e una dote non comune: sapeva ascoltare. Infatti sempre si poteva discorrere con lui su molti argomenti e non si sottraeva anche a discorsi leggeri, sorridendo e dimostrando di essere dotato di un fine senso dello humor.

Nel Rotary si è adoprato sempre con grande senso del servizio. Viveva il Club con vero impegno, era stato Presidente del Club nell'A.R. 2006-2007, per diversi anni Consigliere e Presidente della Commissione Rotary Foundation, per la quale si è speso con ammirevole dedizione.

Era un grande camminatore e fisicamente sembrava indistruttibile. Forse anche per questo, quando gli è stato diagnosticato un male incurabile che l'ha portato via in modo fulmineo, ha scelto di chiudersi in se stesso, come a non voler dar fastidio. Tuttavia, nei rari scambi avuti con lui, ha sempre ricordato gli amici del Club, che seguiva attraverso i bollettini.

Con grandissimo affetto ci stringiamo alla moglie Andreina e alla figlia Federica, che saranno accolte ancora volentieri nel Rotary nel ricordo del carissimo Franco.