Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner presti il consenso all’uso di tutti i cookie.


Il Distretto 2031, uno dei tredici distretti italiani, nasce nel 2011 dal frazionamento (re-districting) del Distretto 2030 in due distretti autonomi, in un'ottica di coerenza geografico-amministrativa: il Distretto 2031 e il Distretto 2032.

Gli obiettivi principali sono stati la semplificazione della struttura amministrativa, l'ottimizzazione delle risorse, la valorizzazione dei singoli club da un lato e, dall'altro, della collaborazione interclub.

Storicamente, il nostro distretto nasce nel 1924 come Distretto 46 e, dopo successivi frazionamenti nel 1973/74, assume la denominazione 183, successivamente 203 e poi 2030 nel territorio Piemonte - Liguria - Valle d’Aosta. Oggi il 2031 è formato dai Rotary Club dell’alto Piemonte (province di Torino, Vercelli e Novara) e dai Club della Valle d’Aosta.

Il Distretto 2031 consta oggi di 53 Rotary Club, con un totale di circa 2300 soci.

Approfondisci la storia del distretto

cartina

 

Past Governor

Alberto Motta (RC Torino Ovest), Claudio Prelli Bozzo (RC Valle Mosso), Fabio Dossi (RC Torino Nord-Est), Sergio Vinciguerra (RC Torino Polaris), Franco Grasso (RC Torino Nord-Ovest), Sebastiano Cocuzza (RC Torino 150), Giuseppe Nuzzo (RC Torino Sud-Ovest), Ermanno Bassi (RC Vercelli), Gianni Montalenti (RC Torino Sud), Antonio Strumia (RC Susa e Val Susa), Pierluigi Baima Bollone (RC Torino), Sergio Bortolani (RC Torino Nord-Ovest), Ilario Viano (RC Novara), Massimo Tosetti (RC Biella), Enrico Raiteri (RC Torino Est), Mario Quirico (RC Torino 45° Parallelo)

Save

Save

Save